Ultime News

BONUS ASILO NIDO - DALL'INPS LE ISTRUZIONI OPERATIVE PER RICHIEDERE IL BENEFICIO

L'Inps con il comuncato stampa del 14/07 us, comunica che dalle ore 10 del 17 luglio  e fino a...

Comunicato sull’incontro del 14 luglio con il MIUR per la definizione dell’atto d’indirizzo

Nel quarto ed ultimo incontro di consultazione sulla definizione dell’atto di indirizzo tenutosi il ...

Comunicato sull’incontro preliminare del 4 luglio con il MIUR per la stesura dell’atto d’indirizzo

Nel terzo ed ultimo incontro tenutosi ieri al MIUR con il Direttore Generale Dott. Livon rappresent...

NOTA STAMPA - STATALI, CGS: RINNOVO CONTRATTI ENTRO PRIMI DI OTTOBRE? AUSPICIO MADIA STRAVAGANTE

Rino Di Meglio - Coordinatore Generale Confederazione CGS Roma, 27 giugno - “L’auspicio espresso da...

COMUNICATO 27 GIUGNO: Doppio incontro ieri, a livello confederale in ARAN ed a livello MIUR per quanto riguarda il nostro “Comparto” Università

Arturo Maullu - Coordinatore Generale CSA Dipartimento Università FGU Per l’ARAN è necessario lega...

Il CSA sul territorio

ISCRIZIONE
AL SINDACATO

Scarica il modulo


Photogallery

Contratti
ARAN

Raccolta Sistematica
Orientamenti Applicativi
Comparto Università

FERIE e FESTIVITA'

ASSENZE per MALATTIA

Orientamenti Applicativi - aggiornati a dicembre 2016

Permessi retribuiti
Permessi brevi

Permessi per
diritto allo studio

Guida Operativa aggiornata a dicembre 2016

Accordo Quadro in materia di TFR e di Previdenza Complementare del 29 luglio 1999

L’adeguamento retributivo e contributivo nel passaggio dal TFS al TFR dei pubblici dipendenti ai sensi dell’art. 6 dell'AQN

RSU

Quotidiani online
Link Utili

Ricerca nel sito con Google

Loading

Sentenza Corte di Cassazione - licenziamento disciplinare ‘’la segnalazione del dirigente non ‘’avvia’’ il procedimento disciplinare’’

La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 18517 del 21 settembre 2016, in tema di addebito disciplinare a carico del dipendente pubblico, ha precisato che la data della formale segnalazione del responsabile della struttura inviata all'ufficio competente su comportamenti fuori dalle regole da parte del dipendente, non può ancora essere considerata il vero e proprio avvio del procedimento, pertanto è illegittimo il licenziamneto disciplinare intimato dal datore di lavoro. Vai alla sentenza

 

Università Parthenope - Elezioni per il Senato Accademico "Eletto Andrea d'Angelo''

Si sono svolte il 26 ottobre 2016 le elezioni al Senato Accademico per i rappresentanti dei docenti e per il personale tecnico amministrativo presso l'Ateneo Parthenope. Per il personale tecnico amministrativo, è stato eletto Andrea D'Angelo (vice segretario CSA della Cisal Università Parthenope) con 168 preferenze su 260. E' stato riportato certamenteun un grande successo così come altri conseguiti dal ns sindacato in precedenti elezioni negli Organi di Goverrno dell'Ateneo. Giungano i ns più sentiti complimenti al neo eletto D'Angelo e a tutta la dirigenza sindacale che ha permesso di raggiungere tale significativa affermazione. Vai a: Risultati elettorali

Il Coordinamento Nazionale


 

Sentenza Corte di Cassazione “niente risarcimento alternativo alla reintegra”

Con la sentenza n. 20056 del 06 ottobre 2016, la Corte di Cassazione ribadisce l’inapplicabilità al pubblico impiego dell’art.18”

Vai alla sentenza

 

 

ARAN Orientamenti Applicativi (RAL 1872) I permessi per lutto non determinano l' interruzione delle ferie

Così si esprime l’Aran in un recente parere ribadendo un consolidato orientamento secondo il quale nessuna disposizione contrattuale legittima l’interruzione delle ferie del dipendente in presenza di un evento luttuoso.

 

Comunicato Stampa ''Sancito dal congresso nazionale l'adesione formale alla FGU Gilda Unams

Comunicato Stampa

Il Congresso del CSA Università tenutosi a Montecatini dal 30 settembre al 2 ottobre us. ha sancito l’adesione formale della nostra O.S. alla FGU andando a costituire il Dipartimento Università di questa grande Federazione che comprende quattro dipartimenti autonomi, già ex Comparti; la scuola con la GILDA, l’alta formazione artistica e musicale con l’UNAMS, la Ricerca con l’ANPRI e l’Università con il CSA Università.

Per noi è la semplice continuazione di un percorso comune con FGU iniziato già sette anni fa, un rapporto franco e reciproco rispetto delle diverse problematiche inerenti i Comparti nei quali ogni uno dei soggetti che all’epoca facevano capo alla FGU-CISAL si trovava a dover affrontare.

Siamo sempre stati rappresentativi e continueremo a esserlo, ora  in una famiglia più grande  e come previsto dal CCNQ del 13.07.2016  e così come definito negli atti depositati in ARAN, il nostro sindacato continuerà ad essere titolare della contrattazione integrativa, nelle sedi in cui è presente, con la vecchia denominazione CSA della CISAL Università

Ciò sino alla stipula del prossimo CCNL, ammesso, ovviamente,  che il governo abbia la reale intenzione di procedere al rinnovo mettendo in campo  le risorse economiche necessarie, non di certo le briciole di cui si parla in questi giorni-

Nonostante i tanti tentativi posti in essere da vari soggetti, politici e sindacali,  per ridurre al silenzio l’autonomia sindacale tutto ciò ha invece visto il rafforzamento e la crescita della nostra  O.S. la quale, sicuramente,  continuerà ad essere controparte di chiunque governi e una spina nel fianco delle OO.SS. colluse con il potere politico ed economico perché continuerà a rispondere del proprio operato solo ed esclusivamente ai lavoratori ed alle lavoratrici che rappresenta.

Il Coordinamento Nazionale CSA Università

 

Opzione Donna, Il Governo dovrà decidere sulla proroga

La Legge di Stabilità 2016 ha previsto la possibilità di proseguire la sperimentazione dell'opzione donna oltre il 2015 se ci saranno risorse rispetto ai fondi stanziati dal Governo. Per l'opzione donna si avvicina la possibilità di una proroga. Entro il prossimo 30 Settembre 2016 Governo e l'Inps dovranno, infatti, comunicare alle Camere i dati relativi al monitoraggio della sperimentazione dell'opzione donna. Si tratta di un vincolo previsto dall'ultima legge di stabilita' (articolo 1, comma 281 della legge 208/2015) con la quale il legislatore ha imposto una particolare procedura di monitoraggio delle risorse stanziate per questa forma particolare di pensionamento. Con l'espressa previsione che qualora dal monitoraggio della spesa risultassero risorse aggiuntive il Parlamento potrà stabilire una ulteriore proroga della sperimentazione oltre il 31 dicembre 2015.

 

Sentenza Corte Costituzionale Pubblico Impiego: legittima l'eliminazione della vicedirigenza

La Corte costituzionale, con la sentenza n. 214, depositata il 3 ottobre 2016 ha dichiarato non fondate numerose questioni di legittimità costituzionale dell'art. 5, comma 13, del decreto-legge n. 95 del 2012, che ha abrogato l'art. 17-bis del d.lgs. n. 546 del 2001, in cui si prevedeva che la contrattazione collettiva del comparto Ministeri disciplinasse l'istituzione di un'apposita separata area della vicedirigenza.

Le questioni erano state sollevate dal Consiglio di Stato nell'ambito di una complessa vicenda processuale. Le fasi salienti di tale vicenda attengono alla mancata emanazione di atti di indirizzo del Ministro della funzione pubblica all'Agenzia per la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni (ARAN), cui fece seguito il ricorso di alcuni funzionari del Ministero della giustizia e una decisione del TAR Lazio, che accolse il ricorso con sentenza passata in giudicato.

 

Università di Catania - Elezioni per il Senato Accademico "Eletto Lorenzo Piscione"

Elezioni per il rinnovo dei rappresentanti nel Senato Accademico presso l'Università di Catania - Primo eletto ''Lorenzo Piscione''

Nelle votazioni del 5 ottobre us si sono svolte le votazioni per eleggere otto rappresentanti dei docenti e due per il personale tecnico amministrativo presso l’Università di Catania. Per il personale tecnico amministrativo, il primo eletto è stato Lorenzo Piscione (CSA della Cisal Università) con 544 voti. E’ un grande risultato che premia la sede del CSA della Cisal di Catania, un successo che è stato certamente possibile grazie all’impegno profuso dal suo gruppo dirigente. Giungano al neo eletto e a tutta la dirigenza  le nostre più sentite congratulazioni per l'ottimo risultato conseguito.

I risultati delle votazioni per i rappresentanti del personale TA

Piscione voti 544 - eletto

Lanzafame voti 354 - eletto

Fortini 98 - non eletto

I neoeletti affiancheranno, in seno all’organo di governo collegiale dell’Ateneo, i diciassette direttori di dipartimento già in carica e i sei rappresentanti degli studenti designati nella scorsa primavera.

Un augurio di buon lavoro ai due neo senatori.     La Segreteria

 

Contratto. Di Meglio (GILDA): risorse scarse e legge Brunetta sono di ostacolo al rinnovo

“La strada che dovremo percorrere per arrivare al rinnovo del contratto del pubblico impiego, scaduto ormai da sei anni, si profila già tortuosa e in salita”. A dichiararlo è Rino Di Meglio, segretario generale della CGS, che individua i due ostacoli maggiori nell´esiguità dei fondi messi a disposizione dal Governo e nell´indeterminatezza degli ambiti di contrattazione per il rinnovo del contratto del pubblico impiego. “Le risorse stanziate finora, appena 300 milioni di euro per tutti i comparti del pubblico impiego, – spiega il segretario generale della CGS – sono insufficienti persino per risarcire i dipendenti pubblici della mancata applicazione dell´Ipca, cioè circa 130 euro netti pro capite. Inoltre, a causa di una normativa che ha provocato continue incursioni legislative, manca del tutto la preliminare e fondamentale certezza del diritto su quali siano gli ambiti riservati alla contrattazione”. Per creare le condizioni che rendano possibile l´apertura del tavolo negoziale, quindi, secondo Di Meglio “occorre modificare la legge Brunetta e ripristinare il valore della contrattazione e della rappresentanza dei lavoratori. Contratti a costo zero, o con scarsi soldi solo per pochi, non sono la soluzione dei problemi del pubblico impiego. La dignità del lavoro non è in svendita e il nostro impegno è di tutelarla in tutte le sedi” Fonte: www.orizzontescuola.it

 

Permessi 104 per la Corte Costituzionale ne ha diritto anche il convivente della persona con handicap

Dichiarata l'illegittimità costituzionale dell'art. 33, comma 3,della legge n. 104 del 1992, nella parte in cui non include il convivente tra i soggetti legittimati a fruire del permesso mensile retribuito per l'assistenza alla persona con handicap in situazione di gravità, in alternativa al coniuge, parente o affine entro il secondo grado.

Con Sentenza 213 del 2016 la Corte Costituzionale dichiara l’illegittimità costituzionale dell’art. 33, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104 (Legge-quadro per l’assistenza, l’integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate), come modificato dall’art. 24, comma 1, lettera a), della legge 4 novembre 2010, n. 183 nella parte in cui non include il convivente tra i soggetti legittimati a fruire del permesso mensile retribuito per l’assistenza alla persona con handicap in situazione di gravità, in alternativa al coniuge, parente o affine entro il secondo grado.

 
Find the Best Web Hosting which offers reliable service and top quality support

Tabelle Assegni Familiari
2017-2018


Meteo

Tutto su IMU e TASI

Convenzioni

Powered by